Copyright © 2014 - Nova Cana
-Home


-La storia
-L'incontro con Maria
-Il Bocco
-Il territorio
-La gente
-I personaggi
-Filmati storici
-Foto d'epoca
-Nova Cana
-Attività
-Eventi
-Dicono di lei
-Testimonianze
-Parole Chiave
-Libri e Dvd
-Rassegna stampa
Home IT
Inicio ES
In quegli anni, caratterizzati dal nuovo clima di dialogo ecumenico - che poneva la persona umana al centro, come valore in sé, e come fine la ricerca della comunicazione per la costruzione della comunità – “Nova Cana” divenne il naturale approdo delle speranze del dissenso cattolico e politico del ’68, e punto di riferimento per individui e gruppi della più diversa estrazione, che si riconoscevano nel messaggio di “Nova Cana”. “Nova Cana” diede impulso al sorgere di iniziative che avevano come scopo la valorizzazione dei soggetti economici che operavano
operavano sul territorio in condizioni di storica emarginazione. Grazie alla carica di autostima che si riusciva a indurre nei soggetti coinvolti, solitari contadini furono trasformati in moderni imprenditori sociali. Ad esempio, sorsero cooperative per l’allevamento del bestiame e cooperative per la produzione di prodotti agricoli.

“Nova Cana”, da Centro di Dialogo, si allargava a Centro di proposta comunitaria e poi a Centro Culturale. La sua azione è stata sempre locale ed universale: lo sviluppo era legato al territorio e alla ricerca a tutto campo, il flusso di persone era locale ed internazionale. La filosofia nata dalla nostra ricerca era ed è tuttora “pensare globale, agire locale”. Durante questo percorso alcuni di noi si sposarono e decisero di risiedere in questo territorio, anche se il lavoro era ancora lontano da qui. Pur nella nostra giovane esperienza avevamo intuito che un territorio si sviluppa soltanto quando le persone lo scelgono per risiedervi, per far crescere i propri figli e per lavorarci. Un gruppo di coppie fece questa scelta negli anni 70' e fu la scelta più importante di tutte. Sul loro esempio altri giovani della zona incominciarono a pensare di costruire anche loro una famiglia nelle nostre valli.

Agli inizi del 2001, ripensando alla scelta del piccolo gruppo di famiglie che negli anni 70' decise di risiedere e lavorare in questo territorio, abbiamo deciso di mettere a disposizione delle famiglie e delle giovani coppie del territorio l’esperienza che “Nova Cana” ha maturato negli anni, con lo scopo di aiutare le famiglie a educare i figli e a superare la frattura che si genera nei ragazzi fra la cultura del territorio rurale e quella della società urbana. Con molte persone che hanno lavorato con me a “Nova Cana” abbiamo fondato così l’Associazione Famigliare “Nova Cana” - di cui sono Presidente - riconosciuta ufficialmente dalla Regione Lombardia . (
Per visitare il sito dell'Associazione Nova Cana, clicca qui.)
Nova Cana
Página ES
Condividi
Commenta
-Segnalazioni
-Calendario
-Come arrivare
-Contatti
-Donazioni
-Mappa del sito
-Download
-Newsletter
-Facebook
Parole chiave
Cerca