Copyright © 2021 - Nova Cana
Padre Bonaventura Raschi
tratto dal libro di Ferdinando Sudati "Dove posarono i suoi piedi"
sentimentale, ma non essenziale. Gradualmente me ne sono distaccata perchè non vedeva la distinzione fra l'essenziale e il contorno. Alla fine anzichè essere guidata ero io a guidare lui. Non è del tutto vero neanche questo, perchè era molto anziano e non me lo sarei permesso. Voglio dire che non era più un punto di riferimento.
Padre Bonaventura Raschi, francescano conventuale, di Genova, fu il fondatore della "Piccola Città dell'Immacolata". L'ho accettato per quanto amore aveva per Maria. Ha seguito molto anche Adelaide Roncalli, la veggente di Bonate. E' stato uno dei primi a venire a Casanova, nel '48, e mi ha seguito da sempre. Conservavo di lui il ricordo di un enorme fratone, con larghe maniche, nelle quali giocavo a nascondermi. Mi aveva appioppato il simpatico nome di "pulcino della Madonna", al quale giurai di mantenermi fedele. Dal '57, per quattro o cinque anni mi ha sostenuto spiritualmente. Trovai in lui la comprensione che fino ad allora mi è stata negata da altri sacerdoti. Proprio perchè era un innamorato della Madonna mi fidavo, poi pian piano ho capito che non sapeva discernere fra l'amore e il sentimento, cioè un'azione bella e sentimentale
nella foto a sinistra
Padre Bonaventura Raschi
Condividi
Commenta